Turismo in Lombardia, crescita del 15% in tre anni

In Lombardia si sta puntando a grandi obiettivi per lo sviluppo del settore turistico. Ad ufficializzarli è stato, recentemente, l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia Mauro Parolini, in occasione dell’ultima Borsa Internazionale del Turismo, che dall’edizione 2017 ha fatto ritorno nei padiglioni di Fiera Milano City.

Stando alle dichiarazioni compiute dall’assessore allo Sviluppo economico, la prima cosa che da tre anni la Regione sta facendo è ripartire con la politica turistica: una simile ambizione è equivalente soprattutto a creare opportunità per poter fare sistema, considerato che in Regione – sottolinea Parolini – si hanno grandi risorse, e alcuni brand piuttosto conosciuti e ambiti come Milano, il lago di Garda e il lago di Como. Ma non solo: secondo quanto affermato ancora dall’assessore, la Regione può disporre anche di enormi potenzialità, che sono in buona parte ancora da esprimere: si pensi alle città d’arte presenti in Lombardia, al business del cicloturismo, alle zone dei grandi laghi e ancora al patrimonio della montagna.

Ulteriormente, dichiara Parolini, nel corso degli ultimi tre anni c’è stato un incremento di oltre 15 punti percentuali nel numero dei turisti presenti nella Regione. Una crescita che è stata resa protagonista anche dai flussi di stranieri, con i viaggiatori internazionali che continuano a mostrare un grande apprezzamento per le proposte lombarde. Tra i flussi di maggiore importanza per il business turistico della regione, sottolineiamo la presenza dei viaggiatori provenienti da Germania, Regno Unito, Francia, Olanda e Spagna, su tutti.

Ma, la nuova frontiera, si chiama Russia e si chiama Cina. Nelle sue dichiarazioni, infatti, l’assessore Parolini ha ricordato come la Cina sia in grado di divenire un mercato sempre più interessante, e che proprio in virtù di ciò la Regione sta stringendo accordi con alcuni fornitori di servizi in scia a quello che sta facendo Enit a livello nazionale. Ogni anno – dichiara ancora Parolini – il raggio d’azione del turismo cinese sta crescendo, e sempre più turisti provenienti dal Paese asiatico arrivano in Europa ottenendo importanti soddisfazioni, e generando altrettante soddisfazioni ai Paesi di destinazione. Parolini ha poi concluso ricordando che come assessorato allo Sviluppo Economico sta lavorando affinchè sia Milano che l’intera Lombardia non siano solamente una rapida tappa di un percorso più ampio, una sorta di “toccata e fuga”, ma sia in realtà un spot di maggiore permanenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi