3 cose da non perdere a Liverpool

Liverpool ha decine di punti di attrazione che non dovreste perdere ma, se non avete molto tempo da impiegare in questa città, di seguito trovate 3 luoghi da visitare assolutamente.

Cominciamo con l’Albert Dock, il primo impianto di questo tipo in Gran Bretagna ad essere costruito utilizzando solo mattoni e ferro. Si tratta di un imponente blocco di cinque piani di edifici che circondano il bacino portuale dove un tempo venivano scaricati cotone, tabacco e zucchero. Queste enormi strutture vittoriane sono costruite attorno ad un porticato, e le loro colonne un tempo servivano come luogo di ormeggio per le navi. I magazzini decorosamente restaurati con i loro appartamenti di lusso, boutique di design, ristoranti, caffè e musei sono un ottimo esempio per poter riscoprire i tempi che furono in chiave moderna, convertendo un centro a rischio decadimento in un meraviglioso luogo dove fornire servizi ricreativi.

Albert Dock ospita anche una serie di attrazioni turistiche di prim’ordine, tra cui il Beatles Story Museum con i suoi cimeli, fotografie e film del Fab Four, il Museo Internazionale della Schiavitù, a pochi metri dai bacini di carenaggio dove furono riparate e allestite navi schiavitù del XVIII secolo, e il Border Force National Museum, che racconta la storia del contrabbando e del contrabbando dal 1700 ai giorni nostri.

Il secondo luogo da non perdere è, a nostro giudizio, la Galleria Tate.  Un’acclamata divisione della Tate Gallery è infatti stata fondata nell’Albert Dock. Per caso, la London Tate Gallery – fondata alla fine del XIX secolo con l’eredità del magnate dello zucchero Sir Henry Tate – ha trovato spazio nei magazzini dove lo zucchero grezzo veniva immagazzinato prima di essere raffinato. Il piano terra della “Tate of the North” ha sale espositive e gallerie dedicate all’arte contemporanea, oltre a opere in prestito dalla galleria londinese.

Gli amanti dell’arte dovrebbero altresì visitare la Victoria Gallery and Museum. In uno spettacolare edificio in mattoni rossi dell’Università di Liverpool, il museo comprende grandi collezioni di sculture e ceramiche, oltre a un’impressionante varietà di dipinti di Lucian Freud e J.M.W. W. Turner. La struttura vanta anche un programma di lezioni didattiche e laboratori, nonché un caffè e un negozio.

Chiudiamo poi con il Museo Marittimo di Merseyside, che ospita numerose e affascinanti mostre sulle migliaia di emigranti che, tra il 1830 e il 1930, lasciarono la Gran Bretagna attraverso il Mersey per il Nord America. Il museo vanta anche un’impressionante collezione di manufatti legati alla marineria di Liverpool, che si estende nel tempo fino alla sua fondazione come porto di pesca nel XIII secolo. Questa ricca storia è illustrata da modellini di navi, laboratori e navi storiche. Altrettanto affascinanti sono le mostre relative alle storie del Titanic e della Lusitania, due delle più famose – e tragiche – navi passeggeri della storia (ognuna delle quali aveva forti legami con Liverpool).

Altre cose popolari da fare includono la visita al vicino U-boat Story, che raffigura la vita a bordo di un sottomarino durante la guerra, e l’imponente Commander-in-Chief, museo Western Approaches, con le sue originali sale cartografiche ed esposizioni relative alla Royal Navy nella seconda guerra mondiale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi