Come funziona Nowboat, la piattaforma per i vostri viaggi in mare

sunrise-1239728_960_720Avete mai sentito parlare di Nowboat? Probabilmente no, ma presto le cose potrebbero cambiare, soprattutto se avete intenzione di programmare un bel viaggio sul mare. Creata da Giovanni Alessi Anghini, Nowboat è infatti una particolare piattaforma mediante la quale è possibile trovare i viaggi sul mare più straordinari e sensazionali che possiate desiderare. Un’offerta internazionale, che spazia in tutti i principali territori (anzi, mari!) del mondo, predisposta e aggiornata dagli operatori migliori. Insomma, un vero e proprio paradiso per tutti coloro i quali desiderano poter solcare i mari di qualsiasi latitudine, con esperienze spesso uniche.

Di fatti, racconta Giovanni in una recente intervista rilasciata a Vanity Fair, l’obiettivo iniziale è stato quello di costruire il primo ecosistema virtuoso nel mondo delle avventure marine, aiutando da una parte gli operatori e i professionisti del settore (che sulla piattaforma potranno per esempio gestire il booking el e prenotazioni) e dall’altro lato permettendo a tutti i viaggiatori un’unica destinazione di riferimento nella quale consultare tantissime offerte per le avventure di mare.

Da questa intuizione, però, Giovanni si è spinto un po’ oltre, andando a coinvolgere anche le organizzazioni no profit che hanno come obiettivo (meritevole) quello di proteggere l’oceano e la biodiversità. Un’attenzione che non si limita a quanto sopra, ma “ritorna” in capo alle associazioni: è lo stesso Giovanni a ricordare che il 3-5% dei profitti generati dal progetto vengono devoluti ad alcune organizzazioni non governative come Mission Blue e WWF. E non è finita qui: per coinvolgere maggiormente il visitatore, il progetto da sostenere verrà scelto dal viaggiatore in fase di prenotazione, con i fondi che vengono mandati all’organizzazione di riferimento nel momento del pagamento e, dunque, immediatamente.

Infine, Giovanni ricorda come l’idea di creare Nowboat sia sorta durante un pomeriggio assolato, tra le onde dell’Oceano Pacifico, a bordo di un catamarano che conduceva il creatore della piattaforma tra due isole delle Fiji. Insomma, un bel momento per potersi far venire un’idea creativa e, possibile, permettere anche ad altri viaggiatori di poter replicare la stessa (e altre) esperienze. Un progetto appassionato e professionale, al quale naturalmente auguriamo il migliore in bocca al lupo, e le migliori prospettive di sviluppo. E voi che ne pensate? Amate i viaggi in mare? Perché non ci raccontate le vostre esperienze?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi