Il clima cambia e… anche il turismo nelle Alpi

Il Mediterraneo è una destinazione molto popolare durante la stagione estiva, ma un aumento del verificarsi di ondate di calore, incendi e forti tempeste, come quelli vissuti negli ultimi due anni, potrebbe alterare la sua attrattiva in futuro.

Nelle Alpi, d’altra parte, i cambiamenti climatici possono iniziare a sfidare la credenza popolare che i laghi e le montagne alpine siano spesso un’esperienza fredda e umida durante l’estate. Le proiezioni climatiche mostrano che le temperature medie aumenteranno, in particolare nelle aree oltre i 1.500 metri e che le temperature superficiali dell’acqua dei laghi alpini dovrebbero riscaldarsi di un altro grado centigrado entro il 2050 e di un totale di 4-5 gradi Celsius entro la fine del secolo.

Con una migliore idoneità climatica per le attività turistiche, le Alpi potrebbero dunque attrarre nei prossimi anni una più ampia gamma di turisti in cerca di vacanze estive calde ma non troppo calde.

Le proiezioni climatiche e le previsioni stagionali delle condizioni meteorologiche sono particolarmente importanti per molte attività turistiche. I cambiamenti climatici alterano le frequenze di condizioni meteorologiche adeguate e non idonee e possono quindi influenzare durevolmente la competitività e la stagionalità delle destinazioni turistiche. Le previsioni stagionali a breve termine sono anche fondamentali per il settore del turismo, in quanto i turisti scelgono principalmente la loro destinazione, il tempo di viaggio e le attività in base ai modelli climatici previsti e alle variabili climatiche.

“In un clima in rapida evoluzione, è fondamentale essere informati in tempo sull’adeguatezza delle condizioni future per una serie di attività al fine di pianificare le prossime vacanze”, afferma Carlo Buontempo, responsabile del sistema informativo settoriale per il servizio Copernicus sui cambiamenti climatici, implementato da ECMWF. “Gli indicatori che abbiamo sviluppato aiuteranno l’industria del turismo a pianificare in anticipo, ad esempio, in termini di inizio e fine stagione, campagne promozionali, pianificazione degli eventi, livelli di personale”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi