In viaggio a Cracovia

CracoviaA Cracovia, terza città più grande della Polonia, si respira un clima storico-culturale tradizionale. Questo aspetto legato alla storia è visibile soprattutto nel suo centro storico, che mantiene intatto il suo antico splendore.
Considerate le piccole dimensioni si può percorrere facilmente a piedi, ed è fra le mura della città vecchia, patrimonio mondiale dell’Umanità, che ci si può immergere nella tradizione della storia del XIII secolo.
Prima di “entrare” in città per fare un tour virtuale, diamo un consiglio sulla stagione in cui è preferibile visitare Cracovia. I periodi indicati sono quello primaverile o estivo, non solo per il clima piacevole ma anche per i diversi festival che allietano la città.

Un giro per Cracovia

In questo articolo-guida vi facciamo fare un giro per la città di Cracovia. Possiamo arrivare a Cracovia in aereo per volare direttamente in questa città. L’aeroporto – Giovanni Paolo II – dista undici chilometri dal centro della città. Dall’aereoporto è possibile raggiungere il centro della città in autobus.

Prima tappa a Rynek Glowny

Giunti a Cracovia è possibile fare una prima tappa a Rynek Glowny, il centro della città vecchia, dove è possibile ammirare tanti monumenti molto suggestivi. Fu creata nel 1257 per accogliere il mercato cittadino. Da una parte si trova il Palazzo dei Tessuti, mentre dall’altra la Basilica di Santa Maria.
Poco più distante dalla piazza si trova il Collegium Maius, la sede della più grande ed antica università di Europa, dove all’interno si trova il Museo Universitario. In questo Museo si può anche ammirare la Dama con l’ermellino di Leonardo.

Kazimierz, quartiere storico

Da questo punto della città si snoda un altro quartiere storico, “Kazimierz”, il cui nome deriva del suo fondatore Re Casimiro il Grande. Il quartiere è stato sede della comunità ebraica fino alla strage nazista. Il turista può visitare le sinagoghe e le antiche botteghe.

Prossima tappa, Wavel, il Castello di Cracovia

Tante le leggende che segnano questo luogo, fra cui la più famosa è quella del drago, il simbolo del potere della città prima che la capitale fosse spostata a Varsavia.
Percorrendo la strada verso nord si giunge in Ulica Florianska, una delle strade più belle, famose per l’artigianato tipico e tradizionale. In questo punto si può ammirare anche la cinta muraria che circondava tutta la città e di cui oggi vi sono solo resti. La maggior parte dello spazio circostante è occupato dal parco del Planty. Vale la pena visitare anche la città di Nowa Huta, il quartiere famoso per le sue acciaierie.

Il campo di concentramento

campo di concentramento di Auschwitz

campo di concentramento di Auschwitz

Chi si reca a Cracovia non può omettere dal suo itinerario culturale, una visita al campo di concentramento di Auschwitz, che si trova poco distante dalla nostra ultima tappa.
Il campo di concentramento è uno dei tre che formavano il complesso concentrazionario in Polonia.

Escursione alla Miniera di Sale – Wieliczka

L’escursione ha una durata di circa 3 ore lungo un percorso sotterraneo di oltre 3 km. Lo scenario è composto di tunnel, passaggi e sale con sculture in salgemma.
Il tour di Wieliczka inizia con una visita scendendo circa 300 scalini, per arrivare alla miniera, attraverso corridoi e camere che sorgono su 3 livelli, profondi dai 64 ai 134 metri. Nella Miniera vi sono sculture di sale e laghi sotterranei. Sono a tutt’oggi in funzione degli argani e sistemi di movimento del sale che è possibile toccare con mano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi