Turismo, la Sardegna prepara il rilancio

beach-972437_960_720L’assessore del turismo della Regione Sardegna, Francesco Morandi, ha dichiarato che per la stagione estiva 2016 la regione ha stanziato sei milioni di euro di investimenti in comunicazione mediante il sistema aeroportuale. In particolare, sottolinea l’assessore, già dal mese di giugno gli scali di Cagliari, Alghero e Olbia (i tre principali per la regione) accoglieranno i visitatori con una immagine coordinata e coerente che punterà a favorire la migliore scoperta del territorio, attraverso la fruizione di stimoli sensoriali che richiamano i temi della vacanza non solamente durante l’estate, ma in qualsiasi periodo dell’anno.

Dunque, buona parte dell’impegno sembra essere rivolto verso la destagionalizzazione, richiamando l’attenzione dei 7,5 milioni di passeggeri che ogni anno viaggiano sugli aeroporti sardi, e mostrando la regione come una valida alternativa non solamente durante l’estate, bensì tutto l’anno.

In Sardegna, d’altronde, non mancano i picchi di attrattività in qualsiasi momento dell’anno. Il turismo sportivo, la cultura, l’enogastronomia, l’ambiente e le altre caratteristiche regionali sono ben distribuite durante tutti i 365 giorni: quanto basta per poter indurre gli operatori a un maggiore sforzo congiunto per garantire un’offerta omogenea per tutte le stagioni.

Non mancano comunque i punti di attenzione. Su tutti, la fuga di Ryanair, che ha scelto di ripiegare su altri aeroporti italiani dopo l’aumento delle tasse di imbarco di 2,50 euro per passeggero e i costi eroportuali del Riviera del Corallo, ad Alghero. Quel che ne è scaturito è un calo drastico degli arrivi internazionali, nel mese di marzo diminuiti del 25 per cento a Cagliari e del 48 per cento a Alghero. Proprio per questo motivo alcune delegazioni sono partite in Irlanda per cercare di trovare (o ritrovare) un’intesa perduta con la Ryanair del numero Micheal O’Leary e del direttore commerciale David O’Brein.

Voli low cost a parte, quel che sembra chiaro è che ci sia ancora molto da lavorare sul fronte dei colleghiamenti via mare e via aerea per la Sardegna. Un’isola raggiungibile in maniera meno agevole di quanto si potrebbe pensare, e che è pronta ad accogliere i suoi visitatori con un infinito catalogo di bellezze naturalistiche, e non solo. E voi che ne pensate? Siete mai stati in Sardegna? Che opinione avete avuto?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi