Vicenza cosa vedere

Vicenza è una città che ha molto da offrire ai suoi visitatori, interessanti attrazioni storiche e artistiche.
Andrea Palladio, noto architetto esponente del classicismo, ha dato la sua importante impronta a Vicenza, con le sue opere e gli edifici, lasciando una testimonianza della sua grandezza famosa anche oltre i confini nazionali.
Se siete a Vicenza per motivi turistici o per altri motivi, non dovete assolutamente perdere la visita alla Basilica Palladiana in Piazza dei Signori, ai palazzi lungo il Corso Andrea Palladio, il Teatro Olimpico, la Basilica di Monte Berico o la Villa Rotonda. Vediamo insieme alcune di queste attrattive che possono fare del vostro itinerario un percorso indimenticabile.

Vicenza: il Teatro Olimpico

Vicenza - Teatro olimpico

Vicenza – Teatro olimpico

Giunti in Corso Andrea Palladio vi trovate davanti il bellissimo Teatro Olimpico, opera di Andrea Palladio, che dall’esterno non lascia subito capire il suo fascino. Questo teatro è un monumento di fama europea! Parliamo del più antico teatro coperto d’Europa.
Palladio non riuscì a terminare questa grande opera, che fu proseguita dal suo allievo Scamozzi.
Un maestoso auditorio fatto di gradini, che si erge a semicerchio attorno al palco, fu eretto secondo il modello degli antichi teatri greci. Un’architettura sagace che rappresenta le sette vie di Tebe e le tre porte, creando l’illusione di una profondità prospettica. Il Teatro fu inaugurato il 3 marzo 1585 con la rappresentazione del dramma di Sofocle “Edipo”.

Vicenza: la Basilica Palladiana

La Basilica Palladiana è l’opera più importante dell’artista Andrea Palladio, uno degli edifici più belli in tutto il Veneto.
Un edifico di marca gotica in mattoni che serviva inizialmente come sala riunione del Gran Consiglio. Successivamente un concorso, vinto dal Palladio, ne ha sancito la ristrutturazione la facciata. Il risultato dell’intervento di Palladio comportò che egli avvolse le vecchie mura con un portico a due piani con colonne di marmo.
Palladio diede il nome di “Basilica” all’edificio, che nel XVI secolo indicava un’aula di incontro o del tribunale.
All’interno della Basilica si percepisce la reale dimensione dell’edificio decisamente imponente. In primis la grande sala al primo piano dà la chiara idea delle dimensioni dell’edificio, dove oggi vengono ospitate delle mostre temporanee.

Vicenza: la Basilica di Monte Berico

Vicenza - Basilica monteberico

Vicenza – Basilica monte berico

La basilica di Monte Berico, con la sua cupola che troneggia alta sopra Vicenza, risale al XVII secolo, ed è arroccata su una collina.
Le cappelle fiancheggiano l’arcata e passando da qui arriviamo alla basilica. La chiesa venne costruita nel 1668 da C. Borella ed è ricca di dipinti sfarzosi in oro.
Molti i pellegrini che visitano la Basilica per rendere omaggio alla statua di Maria, risalente al XV secolo. Nella cappella a destra dell’altare maggiore si trova l’opera di Bartolomeo Montagna – “Il Compianto di Cristo”.
Nel refettorio è invece possibile ammirare la “Festa di San Gregorio Magno”, opera celebre del ‘Veronese’. Un magnifico panorama di Vicenza e delle colline circostanti si schiude allo sguardo, affacciandosi dalla terrazza esterna della Basilica.

Vicenza: Corso Antonio Fogazzaro

Non può mancare una passeggiata sul Corso Andrea Palladio e sul Corso Antonio Fogazzaro con i suoi bellissimi palazzi rinascimentali e barocchi.
All’inizio della strada si trova il Palazzo Valmarana Braga Rosa, anch’esso costruito da Palladio e adattato alle condizioni del sito e della strada. Proseguendo oltre è possibile ammirare la chiesa gotica in mattoni di San Lorenzo dove si trovano le tombe inserite nella facciata esterna, e con un affascinante interno a tre navate con volta a crociera.

Vicenza: il Duomo

Il duomo di Vicenza risale al XV secolo, fu costruito sulle fondamenta di tre precedenti chiese. La facciata gotica fu ricostruita secondo lo schema originale, dopo la distruzione a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale; la cupola è un’altra inconfondibile opera del Palladio.
All’interno della cattedrale si trova un polittico di Lorenzo Veneziano, datato XIV secolo, e altri bei dipinti. Proprio sotto la sacrestia si trovano i resti di una strada romana.
Una visita merita anche il Museo Diocesano.
In Piazza Duomo si trova il Palazzo Porti e proprio sotto il palazzo si trovano un Criptoportico Romano sotterraneo, i resti di un palazzo romano e di una chiesa paleocristiana.

Vicenza: il Museo del Risorgimento e della Resistenza

Lungo viale 10 Giugno si trova il Museo del Risorgimento e della Resistenza, all’interno della Villa Giucciolo, che comprende una mostra della lotta di resistenza degli italiani. L’obiettivo della mostra è la lotta di resistenza contro gli Asburgo fino all’indipendenza d’Italia e la resistenza antifascista fino alla Seconda Guerra Mondiale.

Vicenza: la Chiesa Santa Corona

Santa Corona è una chiesa gotica in mattoni, costruita nel XIII secolo e che si trova in Corso Andrea Palladio.
La Chiesa conserva un pezzo della corona di spine di Cristo ed altri celebri capolavori, come il “Battesimo di Cristo” di Giovanni Bellini e l’ “Adorazione dei Magi” di Paolo Veronese.
Visto che siete qui, sappiate che proprio nel vicino chiostro è possibile visitare il Museo Naturalistico Archeologico, mentre nel Palazzo Leoni Montanari si trova la galleria di icone russe oltre alle opere di maestri veneziani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi