Buoni numeri per il turismo del Veneto

veneto-1Continuano a sovrapporsi le buone statistiche relative all’andamento del business turistico nel Veneto, una delle regioni italiane in grado di offrire alla propria utenza italiana e internazionale il più ampio ventaglio di diverse alternative di ottimo livello. A dimostrazione di ciò, sia sufficiente prendere confidenza con la più recente statistica sul monitoraggio dei flussi, secondo cui all’interno dei confini della regione veneta gli arrivi sarebbero aumentati dell’1,3 per cento nei primi 8 mesi dell’anno, rispetto a quanto non fosse stato possibile riscontrare nello stesso periodo dello scorso anno.

Secondo quanto ribadito dai dati stimati da parte del sistema statistico regionale, dunque, nel Veneto sarebbe cresciuto l’afflusso turistico della prima, lunga parte dell’anno, con un elemento statistico che è pertanto in grado di inglobare non solamente l’effetto della alta stagione estiva, quanto anche quello dei primo trimestre della primavera.

Ebbene, in termini assoluti quanto sopra corrisponde a assistere piacevolmente a ben 10 milioni 828 mila arrivi e a 38 milioni 609 mila presenze. Ragionando in termini relativi, ovvero confrontando tali dati con quelli riscontrabili nello stesso periodo dello scorso esercizio, significa un incremento degli arrivi dell’1,3 per cento, e un incremento delle presenze del 2,6 per cento, sempre tra il 1 gennaio e il 31 agosto.

Si noti inoltre come gli aumenti interessano tutti i settori con la sola eccezione del mare, che sembra tuttavia aver pagato esclusivamente gli effetti negativi del maltempo di maggio e di giugno, che sono stati poi recuperati fino ad un sostanziale pareggio (il passo indietro, in termini di presenze, è di soli 0,2 punti percentuali).

Infine, si ricorda come i vacanzieri italiani abbiano fatto segnare un aumento dell’1,9 per cento negli arrivi e una crescita dello 0,9 per cento nelle presenze, con una tendenza ad accorciare il periodo del soggiorno. Gli stranieri hanno invece fatto registrare un aumento dell’1 per cento negli arrivi, e del 3,3 per cento nelle presenze. I tedeschi continuano ad essere i più assidui frequentatori del Veneto, con incrementi del 3,6 per cento per quanto concerne gli arrivi e del 4,3 per cento per quanto concerne le presenze.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi