Cosa vedere a Reykjavík

Quando si arriva Reykjavík, la prima cosa che si finisce con l’ammirare non può che essere il centro città. Diviso in due metà dalle brillanti acque del grande lago naturale Tjörnin, il centro della città è più un posto dove passeggiare e godersi le strade dall’aspetto suburbano e i caffè all’angolo che un posto dove sfrecciare tra le attrazioni.

A Reykjavík mancano gli edifici imponenti che si trovano in altre capitali nordiche, sostituiti da gruppi di case varie, rivestite di ferro ondulato dipinto in modo sgargiante o ricoperte di ciottoli come protezione contro le feroci tempeste del Nord Atlantico. Questa percezione è parte del fascino della città, tanto quanto la vista sul mare dei ghiacciai e le montagne a picco che fanno da sfondo alle strade. Anche nel cuore di questa capitale, la natura è sempre in evidenza – ci possono essere poche altre città al mondo, per esempio, dove le oche greylag sorvolano regolarmente il centro affollato, mandando i visitatori confusi, più abituati ai piccoli piccioni, a correre al riparo.

In mezzo al centro della città, essenzialmente residenziale, è la Hallgrímskirkja, una gigantesca chiesa di cemento bianco che domina le case circostanti, l’immagine più duratura di Reykjavík. Sotto di essa, gli eleganti negozi e i bar e ristoranti alla moda che fiancheggiano la strada principale e la via commerciale di Laugavegur sono un paradiso per i consumatori. Il nucleo centrale delle strade intorno a Laugavegur è anche il luogo in cui si trova una serie di musei interessanti. Le esposizioni del Landnámssýningin e del Saga Museum, per esempio, offrono un’introduzione accessibile all’emozionante passato dell’Islanda, mentre l’eccezionale lavoro degli scultori Ásmundur Sveinsson e Einar Jónsson si trova all’aperto nelle strade e nei parchi, oltre a due mostre permanenti.

Infine, a patto che si abbia il giusto tempo a disposizione, vale sicuramente la pena di avventurarsi fuori dai confini della città a Hafnarfjörður, per un assaggio della provincia islandese – in stile suburbano. Sebbene sia principalmente un’area di sovrapposizione di dormitori per la capitale, la città di Hafnarfjörður è abbastanza grande da essere indipendente da Reykjavík e ha un paio di musei e un porto occupato, anche se è forse più conosciuta per le sue feste vichinghe. In alternativa, l’isola piatta e senza alberi di Viðey, ad appena dieci minuti al largo di Reykjavík, è il posto dove venire per avere una magnifica vista della città e delle montagne circostanti – ci sono anche alcuni piacevoli sentieri per passeggiate qui, che portano intorno all’isola in un paio d’ore.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi