Le canarie: paradiso incantato

isole canarieQuando parliamo delle Isole Canarie ci riferiamo ad un arcipelago (composto da 7 isole maggiori, e due minori) dichiarato comunità autonoma della Spagna. La capitale è condivisa tra due importanti città, ovvero Santa Cruz de Tenerife e Las Palmas.

Ovviamente, quando ci riferiamo alle Canarie ci viene subito in mente il clima mite, la sabbia dorata, il mare incontaminato, il relax e il divertimento. Insomma, la vacanza che tutti aspettiamo durante l’anno!

Le isole principali che formano questo magnifico arcipelago sono: Tenerife, Lanzarote, Fuerteventura, El Hierro, La Gomera, Gran Canaria e La Palma.

Vediamo,a questo proposito, cosa ci offrono queste 7 meraviglie, e cosa è possibile visitare al loro interno. Già, perchè se è vero che una vacanza al mare è rigenerante, è altrettanto vero che è bello scoprire qualcosa in più di questi luoghi.

Ecco, a questo proposito, una mini guida molto utile.

Canarie: le sue isole e la sua storia

La prima isola che vi consigliamo è Tenerife: a forma triangolare, è spaccata in due dal Monte Teide. Quest’ultimo, per tutto l’anno, mostra le sue cime innevate ai turisti ed è considerata la vetta più alta di tutta la Spagna.

Una piccola curiosità: l’isola è soggetta a cambiamenti climatici piuttosto repentini. Al Sud, ad esempio, troviamo più ore di luce, mentre il Nord è caratterizzato da piogge ed umidità.

La capitale è Santa Cruz de Tenerife.

fuertaventuraUna delle località da visitare assolutamente durante la vostra permanenza sono le piramidi di Guimar: sono molto belle ed intriganti, quasi quanto quelle egiziane.

Fuerteventura èanche chiamata l’Isola Tranquilla per le sue bellissime spiagge e per la sua natura incontaminata. Qui potrete godere del sole tutto l’anno: l’isola, infatti, èquella più vicina all’Africa.

Al suo interno vi sono ben 13 luoghi naturali preservati, e se cercate un po’ di isolamento vi consigliamo l’isolotto Los Lobos. Ovviamente, Fuerteventura è considerata il paradiso per tutti i surfisti: qui il vento forte permette alle onde di alzarsi anche di molti metri.

La capitale di Gran Canaria è Las Palmas: quest’isola ha, forse, il clima migliore al mondo. Proprio per questo è stata anche ribattezzata l’isola dell salute.

Al suo interno sono usufruibili acque minerali davvero benefiche: ecco perchè troviamo molte spa che offrono trattamenti di bellezza, impacchi di fanghi e talassoterapia.

Un’ultima curiosità: Gran Canaria non è solo mare e spiagge bellissime. Proprio per la presenza di numerose riserve naturali è anche la Riserva Mondiale della Biosfera.

Lanzarote ha un terreno principalmente vulcanico, e in qualche modo viene facilmente associato ad un paesaggio lunare. Tuttavia, la vegetazione è molto florida, e le sue spiagge sono color perla.

Anche La Palma è un’isola dal clima mite e dalle spiagge incontaminate. Per le sue dimensioni, però, è considerata l’isola più alta al mondo, tanto che è la dimora del prestigioso osservatorio astrofisico dell’emisfero Boreale.

Dimenticatevi i resort e gli hotel: l’isola de La Gomera è ancora allo stato brado e selvaggio. Forse per questo molti turisti la scelgono per le loro mete vacanziere.

Chi è alla ricerca di sport adrenalinici, qui ha solo l’imbarazzo della scelta: trekking, mountain bike, o attività acquatiche di tutti i tipi.

Infine, parliamo di El Hierro: per molto tempo è stata considerata l’isola posta al confine del mondo, ma nonostante ciò domina tutto l’Oceano Atlantico con la sua posizione centrale.

Le città principali sono la sua capitale, Valverde, Tamaduste e la costa di El Golfo (a forma di mezzaluna).

Cosa mangiare alle Canarie

Oviamente, la gastronomia ha subito una forte influenza spagnola e africana. Tuttavia, nonostante ciò, molte ricette tipiche dell’arcipelago sono assolutamente semplici e poco elaborate.

Anche gli ingredienti utilizzati sono considerati poveri, e facili da reperire. Un esempio è la farina di cereali tostati o di mais.

Un altro ingrediente molto utilizzato riguarda le salse piccanti mojos. Queste vengono preparate con sale, aglio, aceto, olio ed arbe aromatiche.

Tra i piatti che dovete assolutamente assaggiare ci sono le papas arrigadas: si tratta di piccole patate cotte in acqua salata con la buccia.

Assporate, poi, il sancocho (cernie lesse con patate dolci), i tollos (piccolo squali messi sotto sale), e i burgados (crostacei tipici del mar Atlantico).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi