Quante tasse si pagano a Hong Kong

Hong Kong è uno dei paradisi fiscali più famosi del mondo anche se, in senso stretto, non è un vero e proprio paradiso fiscale, ma ha un sistema molto semplice che permette a molti espatriati di completare la loro dichiarazione dei redditi in pochi minuti.

Hong Kong ha le seguenti aliquote fiscali:

  • 8,25%-16,5% per le aziende
  • 7,5%-15% per le imprese non costituite in società
  • 2%-17% per stipendi e pensioni

Non c’è una tassa sui guadagni di capitale o una tassa di successione. Ci sono anche delle franchigie personali che possono essere dedotte dai salari – HK$132.000 per i contribuenti single e HK$264.000 per le coppie sposate (£24.000). Queste detrazioni personali aumentano significativamente se si hanno figli. Le detrazioni sono disponibili anche per alcune spese di istruzione, interessi di mutuo per la casa e contributi a schemi di pensionamento.

L’aliquota dell’imposta sul reddito personale è limitata all’aliquota standard del 15% (non sono previste detrazioni personali).

Hong Kong riscuote tre distinte imposte dirette sugli individui: (1) l’imposta personale sul reddito da lavoro e pensioni (2) l’imposta sugli utili sugli utili d’impresa, e (3) l’imposta sulla proprietà sul reddito da proprietà.

I dividendi, gli interessi sui depositi bancari, il reddito da affitto di immobili e le royalties per l’uso della proprietà intellettuale non sono soggetti all’imposta sui salari. Il reddito da locazione è tassato come parte dell’imposta sulla proprietà, mentre le royalties possono essere soggette all’imposta sugli utili se collegate all’attività commerciale.

Sistema fiscale territoriale

Il principale aspetto positivo del regime fiscale di Hong Kong è che applica anche la base territoriale dell’imposta. Quindi solo i profitti e il reddito effettivamente guadagnati all’interno di Hong Kong sono tassati.

Questo significa che il reddito da investimento all’estero e gli stipendi all’estero possono essere completamente esenti dall’imposta locale sul reddito. Hong Kong offre anche una procedura di autorizzazione preventiva, che ti permette di sapere con certezza se le autorità tasseranno o meno il tuo reddito.

La maggior parte degli espatriati che vivono a Hong Kong saranno quindi tassati solo sul reddito salariale locale o sui profitti commerciali locali. La maggior parte dei residenti di Hong Kong non paga alcuna tassa (grazie alle elevate indennità personali), tuttavia gli espatriati con stipendi elevati saranno soggetti all’aliquota fissa del 15%. Inoltre, se siete a Hong Kong per non più di 60 giorni per anno fiscale, non siete soggetti alla tassa di Hong Kong.

Hong Kong è una posizione solida per la costituzione di società offshore con alcuni pacchetti di costituzione economici disponibili fino a HK$10,000 (circa $1,000). Hong Kong ha attualmente 5 trattati completi sulla doppia imposizione, inclusi Belgio e Lussemburgo.

Hong Kong ha comunque accettato di lavorare con l’OCSE per firmare accordi di scambio di informazioni fiscali con varie economie sviluppate.

Come diventare residenti a Hong Kong

Lo svantaggio di usare Hong Kong come paradiso fiscale sono i severi requisiti di ingresso.

A meno che tu non stia andando lì con un contratto di lavoro (nel qual caso otterrai un visto di lavoro), la tua migliore scommessa potrebbe essere il visto di investimento.

L’Investimento come Visto per Imprenditori, è ammissibile per i richiedenti che:

  • hanno un buon background educativo, normalmente una prima laurea nel campo pertinente;
  • sono in grado di dare un contributo sostanziale all’economia della RAS di Hong Kong, con fattori presi in considerazione tra cui, ma non limitati a, business plan, fatturato aziendale, risorse finanziarie, somma degli investimenti, numero di posti di lavoro creati localmente e introduzione di nuove tecnologie o competenze e
  • desiderano stabilire o partecipare a un’impresa in fase di avvio possono anche presentare una domanda.

Le case a Hong Kong

Hong Kong è stata recentemente classificata come il mercato immobiliare più costoso del mondo per il settimo anno consecutivo.

I costi astronomici degli alloggi di Hong Kong sono un semplice caso di domanda e offerta. La città si colloca al quarto posto tra gli stati o territori sovrani più densamente popolati, con più di sette milioni di residenti sparsi su 1.106 chilometri quadrati.

Nel frattempo, c’è una forte domanda per vivere e lavorare in uno dei centri finanziari del mondo e il punto di accesso de-facto al paese più popoloso del mondo, la Cina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi