Agriturismo, oltre 7 milioni di pernottamenti previsti per l’estate

Stando a quanto afferma Coldiretti con una propria stima condotta sulla base delle segnalazioni arrivate da Campagna Amica, i pernottamenti che sono previsti per l’estate 2017 negli agriturismo salgono a oltre 7 milioni di unità, con un incremento stimato dell’8% rispetto allo scorso anno, e con un dato aggiuntivo che non potrà che far piacere ai titolari delle strutture ricettive: gli ospiti stranieri saranno sempre di più rispetto a quelli italiani, con una quota internazionale che tende pertanto a diventare maggioritaria e preponderante rispetto a quella domestica.

In una nota della stessa Coldiretti si legge poi come la maggiore concentrazione delle presenze negli oltre 22 mila agriturismi italiani “si registra in agosto come per le altre destinazioni turistiche con le mete più gettonate in agriturismo nell’estate 2017 che sono quelle vicine a mare e montagna o in prossimità delle città d’arte”.

Ancora, per Coldiretti “la capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi italiani che però hanno qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti”.

Ad ogni modo, non mancano interessanti margini di innovazione e di cambiamento nell’offerta agrituristica italiana, con Coldiretti che rammenta come, ad esempio, l’estate 2017 porti in dote, tra le novità, il forte incremento dell’offerta del benessere a tavola, al fine di far fronte alle crescenti richieste dei turisti italiani e dei turisti stranieri che si spostano dal supermercato alle vacanze. Nel dettaglio, conclude la nota Coldiretti, “si va dall’incremento dell’11% della richiesta di cibi integrali a quello del 26% degli alimenti senza glutine – spiegano – dal +20% del biologico al +7% delle bevande vegetali registrato da Nielsen nel 2017”.

Insomma, come peraltro sostenevano alcuni interessanti segnali di inizio anno, quando si registrarono delle buone propensioni di prenotazione negli agriturismo per la primavera, l’estate 2017 dovrebbe rappresentare il migliore momento per la maturazione del business agrituristico, manifestando un chiaro interesse da parte dei turisti italiani e soprattutto di quelli stranieri, evidentemente attratti dalle opportunità di relax e di “assaggio” di un patrimonio (quello enogastronomico e naturalistico) che gli agriturismo sanno ben valorizzare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi